Lama Yesce

LamaYeshe_150xLama Thubten Yesce nacque in Tibet nel 1935, non lontano da Lhasa, nella città di Tölung Decen, a due ore di cavallo di distanza dal Monastero di Cime Lung, il convento di un centinaio di monache della tradizione Ghelug.

L’erudita badessa e maestra del monastero era morta da pochi anni, quando Nenung Pawo Rinpoce, un lama Kaghyü molto rinomato per i suoi poteri psichici, arrivò in quel gompa per insegnare. Le monache lo avvicinarono chiedendogli “Dov’è ora la nostra maestra?” ed egli rispose che nel villaggio di Tölung era nato in un certo qual giorno un bambino e che, se avessero investigato, avrebbero scoperto che era la loro badessa reincarnata. Così esse ritrovarono la loro amata guru e insegnante.

Il ragazzino, riconosciuto come la precedente badessa, amava molto i genitori, ma avvertiva la sofferenza che pervadeva la loro esistenza e non voleva mantenere il loro stesso stile di vita. Fin da molto piccolo espresse il desiderio di condurre una vita religiosa. Ogniqualvolta un monaco visitava la sua casa, il bimbo implorava di poter andar via con lui ed unirsi al monastero. All’età di sei anni, ottenne finalmente il permesso dei genitori per potersi recare a Sera Je, una delle tre grandi università monastiche ghelugpa, nelle vicinanze di Lhasa. Viveva presso uno zio che aveva promesso alla madre di curare amorevolmente il bambino. Rimase a Sera fino all’età di venticinque anni.

Lì ricevette istruzioni spirituali basate sulla tradizione buddhista, trasmessa dall’India al Tibet più di mille anni orsono.

Questa fase della sua educazione ebbe termine nel 1959. Come Lama Yesce stesso ebbe modo di affermare,

lama-yeshe-15495_ng_200xIn quell’anno i cinesi ci dissero gentilmente che dovevamo lasciare il Tibet per conoscere il mondo esterno.

Per maggiori informazioni, foto e insegnamenti, segui questo link.