Monastero

LTY and Sangha at LTKIDa circa quaranta anni la tradizione tibetana del buddismo mahayana, riscuote in Italia il sincero interesse di molti praticanti occidentali e ricercatori.
Grazie alla gentilezza di molti maestri, fonte di ispirazione, e in modo particolare del Venerabile Ghesce Ciampa Ghiatso, è stato possibile riunire, presso l’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia, una vasta comunità di studenti e praticanti, sia laici sia ordinati.

Lama Yesce e Ghesce Ciampa Ghiatso ebbero l’idea di costruire un monastero per monaci e monache mentre si trovavano insieme a Kopan, in Nepal, nel 1980. Quella visione sta ora prendendo forma. In una cava abbandonata, a circa 2 km dall’Istituto Lama Tzong Khapa, abbiamo trovato il sito ideale per edificare il futuro monastero che sarà costruito sulla roccia proprio come i monasteri del Tibet

quarryairshot

In questo modo contribuiremo anche a recuperare un’area di grande bellezza, che ha subito il trauma ambientale dell’escavazione con una vista a perdita d’occhio sino all’azzurro confine del mare. Il progetto prevede un’architettura ecologica in armonia con il territorio circostante, e l’uso di risorse energetiche naturali e pulite come il sole, il vento e la geotermia. Il progetto ha lo scopo di fornire ospitalità a circa cinquanta fra monaci e monache. Di seguito un’immagine che mostra come potrebbe apparire il Tempio Principale.

Tempio Principale

Lama Zopa Rinpoce ha anche aggiunto,

“Sarà il primo monastero della tradizione tibetana in Italia e il primo monastero costruito appositamente per la FPMT in Europa ed è importante farlo nel migliore dei modi.”

Quando Sua Santità il XIV Dalai Lama fu informato del progetto e fu invitato a benedire il sito, fece notare che:

“Il fiorire degli insegnamenti del Buddha in un luogo particolare è determinato dalla esistenza di monaci e monache pienamente ordinati e laici praticanti. Così l’esistenza di monaci e monache e la pratica del Vinaya, la disciplina monastica buddista, sono molto importanti.”